giovedì 10 luglio 2014

In partenza!

Immaginatemi con un tavolo pieno di vestiti ammonticchiati, le valigie aperte sul pavimento (per la serie come entrerà tutto?), la casa cosparsa di giochi e biscotti, quattro nonni che si presenteranno a salutare all'ora di cena, un volo da prendere domani alle sei di mattina, una sveglia impostata per le tre di notte e due bambini che verranno prelevati addormentati e catapultati in macchina verso l'aeroporto.

... faccio un respiro...

Ora mi immagino domani sera in una sperduta isoletta greca, "leggermente" stanca per il lungo viaggio, ma rinvigorita da una doccia rinfrescante, connessione internet traballante, mare a perdita d'occhio, il sole che tramonta, seduta ad un tavolino in un porto sconosciuto con davanti una bibita fresca e un'insalata di feta e olive (e se proprio devo sognare anche due bambini ben educati seduti tranquilli accanto a me).

L'importante nella vita è focalizzare! :D

Il blog chiude per qualche tempo, si va in vacanza, ci siamo portati dietro quasi tutto (less is more qui è ancora un concetto sconosciuto), manca solo la gatta, che ci aspetterà beata a casa fino al nostro ritorno.
Ho bisogno di staccare la spina, riordinare le idee, riempire quaderni di progetti, dedicarmi ai bambini (e pure un pochino al marito), leggere tanto e dormire ancora di più! Cercherò di rispondere alle mail appena possibile, e se sentite la mia mancanza, non vi preoccupate, mi trovate sempre su Instagram!


Quindi non mi resta che augurarvi buone vacanze!!!
E voi cosa farete questa estate? (p.s. qui nel frattempo ha iniziato a diluviare! Ma io focalizzo...)

venerdì 4 luglio 2014

Tra tre anni...

Il Blog Lab sta per concludersi, è stata una bella avventura, spero di aver imparato molte cose e di aver acquisito gli strumenti per migliorarne altre, e il momento che tanto temevo è arrivato... il "terribile" compito finale! :D
Eh sì, il compito di oggi, confesso, mi mette un po’ in crisi. Conoscendomi, sapevo che mi sarei ridotta all’ultimo minuto!


Che blog sarò tra tre anni? Chi sono? Cosa voglio? Dove voglio andare? Domande esistenziali che mi pongono mille dubbi!
Sono indecisa per natura, lievemente disorganizzata, assolutamente incapace di pianificare. Ma farò uno sforzo, stilare liste di cose da fare mi piace (anche se poi rispettarle è un‘altra storia), le scrivo ovunque, sull’agenda, su post-it che dissemino per tutta casa, sul calendario in cucina, su quaderni di ogni forma, colore e dimensione. Quindi cercherò di mettere nero su bianco anche sogni e desideri per questo mio piccolo spazio virtuale.

Se ci penso sono a metà di un viaggio. Ormai sono quasi tre anni che ho aperto il blog e sembrano passati mille anni luce. Mi sono buttata in questo mondo un po’ per gioco, senza avere assolutamente la più pallida idea di cosa volesse dire, e sono stati tre anni davvero incredibili. Bellissimi e incredibili.
Sono stata a volte incostante, ho cambiato spesso idea e sto ancora cercando la mia strada, ma lungo il percorso ho conosciuto realtà che neanche immaginavo, ho realizzato lavori che mi hanno dato grande soddisfazione, incontrato persone stupende con cui ho condiviso idee e progetti, sono nate amicizie sincere e collaborazioni che mi hanno resa felice e orgogliosa, ho scoperto e continuo a scoprire sempre nuove cose che mi appassionano.
Il blog è cambiato in questi tre anni, e io con lui (o forse il contrario?).

E tra altri tre anni? Come vorrei essere "da grande"?

Vorrei che il blog diventasse più professionale e più organizzato, vorrei trovare il mio ritmo ed essere meno incostante, ma senza perdere la spontaneità, senza dimenticare che dietro alle parole e alle fotografie di un post ci sono sempre io, il mio mondo, la mia quotidianità...

Vorrei che fosse un luogo dove condividere i miei lavori di grafica (l‘idea di aprire un negozio online mi frulla in testa già da troppo tempo per lasciarla ancora a lungo in sospeso!) ma anche le mie passioni, le mie ispirazioni, l'amore per l'handmade e per il craft...

Vorrei continuare a studiare e ad imparare tutto quello che ancora non so (forse non proprio tutto tutto, ma la lista è molto lunga!): migliorare la mia tecnica fotografica, approfondire alcuni programmi e ampliare le mie competenze (notare il tono super professionale)...

Vorrei avere ancora l’entusiasmo e la curiosità che ho ora, mille idee da portare avanti e spunti creativi da condividere, essere sempre circondata da carte e colori e con la testa immersa in nuovi progetti...

Vorrei aver coltivato le amicizie nate qui in rete, perché sicuramente una delle cose più belle che mi sono capitate dopo aver aperto il blog è stata scoprire le persone (le donne, fatemelo dire!) dietro ai computer, che scrivono e condividono il loro pezzettino di mondo...


Alla fine, con somma fatica, sono riuscita a finire il compito!
E non credo di aver mai scritto un post così lungo. Ora se terrò fede o meno ai miei "vorrei"... ne riparliamo tra tre anni!

lunedì 30 giugno 2014

I libri dei piccoli #8

Ultimo giorno del mese, torna l'appuntamento con la rubrica I LIBRI DEI PICCOLI! Oggi vi porto nel mondo di Camillo, fatto di pochi colori e deliziosi disegni dall'aria un po' retrò.

Autore: Ole Könnecke

Le avventure di Camillo sono raccolte in più libri (quello di Natale in casa nostra è un grande classico!) e questo è uno di quelli che preferiamo. Camillo indossa un turbante magico, "ma magico davvero", e decide di provare a far scomparire tutto quello che incontra sui suoi passi... un albero? Forse troppo grosso. Meglio provare con un uccellino? O con il suo migliore amico Luca?

Un libro che ci ricorda il mondo incantato dei piccoli, quando le cose inspiegabili apparivano come una magia. Un turbante calato sugli occhi, un uccellino che vola via e... zac, magia! "Camillo è un vero mago" :)
Ogni tanto fa bene sentirsi ancora così, sono felice di poter leggere questo libro ai miei bimbi e di provare insieme a loro a fare piccole magie... anche se a volte cercano di far sparire anche me!!
La rubrica prosegue anche a luglio, non perdete il prossimo appuntamento tra due settimane sul blog di Silvia!

martedì 24 giugno 2014

paper basket + cherries = summer!

Per me "estate" significa un cestino di ciliegie... che sia di vimini, di stoffa o perché no, di carta! Ormai il 21 del mese è passato e l'estate è arrivata, abbiamo festeggiato il compleanno del paffuto con un picnic, le scuole stanno finendo e con la testa sono già in spiaggia a fare castelli di sabbia con i bambini o sdraiata con un bel libro sotto l'ombrellone (questo solo nei sogni!).

Vi ricordate il mio ultimo acquisto craft? Qualche giorno fa ho comprato l'Envelope Punch Board, un strumento per confezionare buste da lettera... e non solo! Ho trovato QUI un video tutorial molto carino, e mi sono divertita a creare dei cestini di carta.
Ho usato una carta craft un po' resistente, decorato il manico con i washi tape e aggiunto una tag divertente per salutare l'arrivo dell'estate!






























Trovo questi cestini di carta un'idea davvero carina per allestire una tavola o un buffet: pieni di caramelle per una festa di bambini, di confetti per un battesimo o un matrimonio, di stuzzichini per un aperitivo o di biscotti per una merenda.









Vi auguro un buon martedì, io ora vado a mangiarmi le ciliegie!! :)

lunedì 16 giugno 2014

2 ANNI con te

Oggi è un giorno speciale.
Oggi tu, mio piccolo gnomo paffuto, compi 2 ANNI.



Tu che la mattina ti svegli sempre prima di tutti, e io che nel dormiveglia ti sento chiacchierare con gli inseparabili amici "orso", "topo" e "coniglietto azzurro"(perché in famiglia con i nomi siamo molto fantasiosi!).
Tu che quando parte la musica ti lanci in un ballo sfrenato e scoordinato, e io che rido e mi chiedo come tu faccia a stare in piedi con quei due panini all'olio che ti ritrovi.
Tu che, riguardando le prime foto, non sei più così paffuto (a parte i suddetti piedi), e io che mi sento un po' tradita e abbandonata in questa famiglia di alti e magri.
Tu che sei testardo e vuoi sempre avere ragione (da chi mai avrai preso?), e io che ti sgrido se fai i capricci ma non appena mi sorridi con quelle tue guanciotte rotonde perdo ogni autorità.
Tu che gridi "aereo" pazzo di gioia ad ogni passaggio di oggetto volante sopra il nostro terrazzo, e io che dopo sei volte in un pomeriggio mi ricordo come è bello essere piccoli e stupirsi di tutto.
Tu che fai cose da maschio, fai "brum brum" con le macchinine e hai una passione smodata per tutto ciò che abbia le ruote, e io che mi domando se sia una questione di geni o se il papà di nascosto ti inculchi nozioni a me ignote.
Tu che hai cambiato le mie giornate in un modo che neanche potevo immaginare. Due anni con te, due anni bellissimi.

Buon compleanno mio piccolo Tommaso.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...